Associazione Animalisti Italiani Onlus informa: gli “amici pelosi” non trasmettono il Coronavirus

Ancora una volta i nostri amici pelosi, coloro con cui condividiamo le nostre vite e da cui riceviamo amore incondizionato, sono al centro di false notizie e bersaglio dei soliti ignobili haters. Questo è un momento storico incredibile, che dovrebbe solo spronarci alla riflessione sulle nostre scelte verso il Pianeta in cui siamo ospiti, verso le vite che conduciamo, verso il vero senso degli affetti .Dovrebbe appunto. Eppure c’è chi ha deciso di buttare questi giorni dedicandoli all’odio, seminando con false notizie la paura che il COVID -19 possa essere trasmesso dagli animali e palesando la propria ignoranza con esternazioni del tipo: “Avviso che il primo animale che vedo nella mia proprietà verrà abbattuto“. Chiaramente indispettito, per questo che è solo uno dei molti contenuti inappropriati che stanno girando nelle ultime ore sul web, Walter Caporale, presidente dell’Associazione Animalisti Italiani, ha ribattuto: “Anche io lancio la ‘taglia’! Buffoni, vi bacio in bocca e faccio l’amore con voi senza protezioni!”
Oggi è più sicuro abbracciare un cane che stringere la mano ad uno sconosciuto, ha fatto presente Marco Melosi, presidente dell’AMVI (associazione medici veterinari italiani). Il professor Pregliasco, virologo dell’Università di Milano e direttore sanitario dell’istituto Galeazzi, ha aggiunto: “baciare e farsi baciare da un cane, è meno rischioso che baciare una persona. La trasmissione di una malattia è ben più facilitata tra individui della stessa specie, rispetto a speci differenti, perché la struttura ne è predisposta. Gli animali non sono untori e non hanno colpa”.
Da quando è scattata l’emergenza COVID-19, l’associazione si è battuta per promuovere una corretta informazione, gli animali non trasmettono il Coronavirus, come dichiarato anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. E’ anche falsa la notizia di un aumento degli abbandoni, il buon senso e l’amore degli italiani per i propri compagni ha avuto fortunatamente la meglio sulla paura.Tuttavia la situazione viene monitorata in modo che la psicosi non prenda il sopravvento sulla verità dando luogo ad azioni insensate.

L’associazione sta anche promuovendo una campagna di sensibilizzazione attraverso il contest #IORESTOACASACONLORO. I nostri animali sono una risorsa inesauribile d’amore e compagnia, pensiamo ad esempio a tutti  coloro che sarebbero  rinchiusi in casa soli se non fosse per la presenza del loro fedele amico a quattro zampe.

Altra challenge che sta passando sui social è  “Postate una foto del vostro amico peloso e scrivete #IONONTICONTAGIO, come campagna contro l’abbandono”.  Bisogna continuare a condividere e diffondere il messaggio: i cani non trasmettono il Coronavirus, come hanno spiegato sia l’OMS che il Ministero della Salute, la scienza deve vincere sull’ignoranza.