Quando tutto sarà finito: CHI saremo?

Questa tragedia ci avrà portato degli insegnamenti, avrà cambiato la nostra vita attuale, le nostre scelte, i nostri valori?
Forse non sono la sola a pormi infinite domande sul futuro; finalmente salvi avremo davanti a noi la prova di come su questo Pianeta, in cui ci comportiamo da padroni, non contiamo nulla. Nell’esatto momento in cui Madre Natura vorrà eliminarci dalla faccia della Terra non ci dovrà mettere un grande impegno per sterminarci. Abbiamo chiuso occhi ed orecchi davanti alle problematiche dell’inquinamento e della distruzione, abbiamo minimizzato ed avvallato ogni scorretto comportamento, aggrappandoci, al così chiamato, “progresso” ed al “benessere economico”.
Il blocco del Mondo ci ha mostrato che fortunatamente, almeno in parte, i danni arrecati, in secoli di abusi, sono reversibili: l’aria può tornare ad essere respirabile e le acque ad essere limpide.
Ma quando tutto sarà finito noi decideremo di essere quelli che siamo sempre stati, o forse peggio per recuperare il tempo ed i profitti perduti? Il cambiamento fa sempre paura, ma ora che non siamo chiamati singolarmente, bensì tutta l’umanità, possiamo e dobbiamo metterla da parte ed agire.
I governi ci hanno intimato cosa fare, o meglio cosa non fare, per proteggerci da questo virus. Non sarebbe forse giusto che altri tipi di atteggiamenti venissero banditi con la stessa forza? Alla fine l’obiettivo è il medesimo: il nostro bene; ma, forse, è utopia!
Noi adulti, radicati nelle nostre convinzioni, spero saremo finalmente portati ad un nuovo “illuminismo” per opera dei nostri figli.
Inquineremo meno, perché certi combustibili non dovranno più essere utilizzati; mangeremo meno carne, o smetteremo del tutto, per empatia verso gli animali e perché allevare come ora non sarà più sostenibile; ricicleremo, dato che non ci richiede un grande impegno; proteggeremo gli animali, avendo come ideale che non sono oggetti dedicati al nostro divertimento, così come gli zoo ed i circhi chiuderanno, poiché finalmente saremo in grado di percepire la loro crudeltà intrinseca.
Mi chiedo anche se ci prodigheremo di più verso i deboli, i nostri anziani, quelli che anche prima di questa emergenza necessitavano di noi, che con ogni probabilità avevano difficoltà con la spesa anche senza la presenza del Covid-19. Vi prego, apriamo gli occhi, e vediamo queste difficoltà; smettendo di pensare che qualcun altro, sicuramente, si sta già occupando di loro. Facciamolo perché è moralmente etico, e ne verremo ripagati.

Durante questo “esilio” portando il cane a passeggio ed alzando lo sguardo da terra, ho visto tanti anziani sui balconi che si sbracciavano per salutarci ( il cane Pippi e me).
Ricambiando il saluto, mi sono spesso fermata a chiedere se erano soli in casa e se avessero bisogno di qualcosa, ma la necessità più grande si è sempre dimostrata essere: parlare! Avere un contatto umano con qualcuno!
C’è la signora di via Volta, che mi ha raccontato del cane che aveva e del cane della figlia, che solitamente cura durante il giorno, e di quanto le manchi.
C’è il signore di via Cantù, sempre in vestaglia da camera, che mi ha chiesto com’è il mondo fuori, e di tornare per fargli accarezzare il cane.
Sono i genitori, i nonni, oppure gli zii di qualcuno, ma sono soprattutto la coscienza e la parte migliore di noi; sono i nostri vecchi, quelli che ci vogliono bene sempre, anche se non ci facciamo vedere mai.
Possiamo trovare tutti un modo per essere migliori di come siamo stati fin’ora; questa occasione non lasciamola scemare non appena ci troveremo nuovamente sulla linea di partenza per riprendere la corsa della nostra vita.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...