Lombardia rischia nuovo lockdown – Boccia: “sì alla mobilità, ma non per le Regioni con alto rischio”

Dure le parole dell’accademico Francesco Boccia, Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, che mette in guardia in previsione del primo check fissato per il 3 Giugno: “Col Coronavirus bisognerà convivere e se ci dovessero essere problemi in una singola regione, quest’ultima dovrà chiudere, perché non possiamo fermare le altre” – e prosegue – “Ripartirà, la mobilità tra le regioni, ma per quelle che hanno ‘rischio medio o basso’. Per chi, invece, avesse un ‘rischio alto’, questo non sarà ritenuto opportuno”. Nel frattempo, Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia e commissario straordinario per il potenziamento delle infrastrutture ospedaliere necessarie a far fronte all’emergenza COVID-19, ha riportato l’attenzione del Senato, in particolare alla Commissione Giusizia, dell’App per il contact tracing: ‘IMMUNI‘; il nuovo sistema tecnologico ha quasi superato la fase di test, e sarà fruibile dai cittadini tra la fine di Maggio e la prima settimana di Giugno.

L’ammonimento di Boccia arriva dopo due giorni dall’inizio della ‘Fase Due BIS’ considerato l’incremento dei casi totali che è quasi raddoppiato, passando dai 451 di lunedì – il numero più basso dall’inizio del lockdown – agli 813 di martedì. Il bollettino quotidiano della Protezione Civile, potrebbe però creare inutile allarmismo: è vero che è aumentato il numero dei contagi, ma è aumentato notevolmente anche il numero dei tamponi eseguiti, soprattutto in Lombardia, che ieri ha contato +462 positivi a fronte di un +15.000 test tampone eseguiti. Per questo tutte le regioni restano dunque al momento a rischio ‘basso’, mentre è ‘moderato’ in Lombardia, Molise e Umbria. I dati dei prossimi giorni, diranno se il trend rimarrà quello attuale o se è destinato a risalire, confidando però in una corretta interpretazione dei dati numerici da chi di competenza. Il Premier Conte, invece, resta ottimista comunicando che il sacrificio degli italiani ha dato i suoi frutti, e che la prima fase di sperimentazione del Vaccino per il Covid-19 presso l’università di Oxford, su 510 volontari, si è conclusa positivamente.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...