A passeggio con il cane: norme, responsabilità e consigli

a passeggio con il cane

Con l’arrivo dell’estate e con la sempre più diffusa abitudine di portare il proprio cane con sé anche in vacanza, occorre conoscere le norme da rispettare per non incorrere in sanzioni, ed evitare che l’animale sia un pericolo per le persone, per altri animali o per sé stesso.

Quali sono le principali norme?

L’ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 03.03.2009 stabilisce le regole minime che i proprietari dei cani devono rispettare nelle aree urbane, nei luoghi pubblici (1) e nei luoghi aperti al pubblico (2):

  • utilizzare un guinzaglio non più lungo di 1,50;
  • portare sempre la museruola, rigida o morbida che sia; da far indossare obbligatoriamente nei luoghi pubblici o sui mezzi di trasporto pubblici, all’occorrenza se il cane diventi aggressivo o su richiesta delle Autorità;
  • portare sempre sacchetti, o apposita paletta, per raccogliere le deiezioni e cestinarle negli appositi contenitori. Utile anche una bottiglietta d’acqua per lavare eventuali deiezioni da auto o edifici.


Nel caso tu debba delegare qualcuno a condurre in passeggiata il tuo cane, prediligi un membro adulto della famiglia, un dog-sitter, o comunque un soggetto che sia in grado di gestire l’animale. Non affidarlo ad un minorenne o ad un anziano, in quanto potrebbero avere difficoltà a gestirlo.

Leggi l’ordinanza completa

Cane a passeggio senza padrone o affidato a terzi: chi paga i danni?

Se il cane dovesse mordere, ferire qualcuno o causare un qualsiasi danno, per la legge, la responsabilità del fatto cade sul proprietario dell’animale ed anche su chiunque altro abbia accettato la sua custodia.

Vediamo un paio di esempi:

“Marco ha chiesto a suo cugino Luca di portare a passeggio il cane. Improvvisamente, l’animale strappa con un morso la gonna di una passante. La danneggiata potrà chiedere il risarcimento sia a Marco che a Luca”.

“Giorgio, non potendo portare il cane in vacanza, l’ha affidato per qualche giorno all’amico Dario. L’animale scappa da casa di Dario e causa un danno. La responsabilità sarà anche di Giorgio”.

Per la legge, infatti, non è importante, né obbligatorio, che il cane vada a passeggio o che sia sempre detenuto dal padrone. Tuttavia, il padrone dell’animale ha il dovere di adottare ogni cautela per evitare possibili danni a terzi, anche quando a prendersi cura dell’animale è un soggetto terzo.
Attenzione: non lasciare che il tuo cane vada fuori di casa da solo a fare i propri bisogni, rischi una multa da 25,00 a 258,00 Euro.

Dove ed in che orari portare il cane a spasso?

Non esiste alcuna norma che imponga di portare a spasso il proprio cane in un posto piuttosto che in un altro, e nemmeno una legge che imponga degli orari in cui portarlo. Il “dove” ed il “quando” sono dettati dal buon senso. A livello precauzionale, evita di portare il cane a spasso negli orari e nei luoghi di maggior affollamento, come ad esempio davanti ad una scuola all’orario di ingresso o di uscita degli studenti.

Sebbene molte città adottino regolamenti volti a consentire il più possibile l’accesso degli animali domestici nei luoghi pubblici ed aperti al pubblico, favorendo anche la costruzione di aree verdi interamente dedicate ai cani, alcuni Comuni hanno provato ad imporre un divieto generalizzato di accesso in tutte le aree verdi comunali. Sappiate che tale ultima pratica è stata ritenuta illegittima anche in una sentenza del TAR del Lazio del 2016, che ha stabilito che è illegittimo il divieto di ingresso ai cani nei giardini pubblici e, pertanto, non può essere applicato (sentenza n. 5836 del 2016).


Ricordati sempre anche del benessere del cane, soprattutto nel periodo estivo. Evita le ore più calde della giornata per prevenire colpi di calore e ricordati che il tuo amico peloso non ha le scarpe: può facilmente riportare scottature ed ustioni alle zampe camminando sull’asfalto caldo. Porta anche una ciotola, ci sono in commercio modelli pieghevoli in gomma, e dell’acqua, in modo che possa reidratarsi all’occorrenza.

Perché portare a spasso il cane?

Sembra una domanda insensata, ma diversi studi hanno dimostrato che portare il proprio cane a passeggio regolarmente apporta molti benefici sia all’animale che all’uomo:

  • permette di conoscere meglio il proprio cane e sé stessi;
  • rafforza l’unione tra cane e padrone, portando quindi ad un rapporto migliore;
  • fornisce al cane l’attività fisica necessaria per evitare la comparsa di alcuni disagi nell’animale che, di norma, si trasformano in fobie ed irrequietezza;
  • favorisce la socializzazione del cane, rapportandosi con diverse persone ed altri animali.

NOTE:
(1) Luoghi di proprietà del demanio dello Stato che sono accessibili a chiunque senza limitazioni
(2) Luoghi di proprietà privata, ai quali è consentito l’accesso secondo le condizioni fissate dal legittimo proprietario o gestore. Rientrano in questa seconda categoria i cinema, i teatri, le discoteche, i bar, le birrerie e i locali pubblici in generale.

Ti è piaciuto l’articolo?

News24.varese.it è completamente gratuito e privo di pubblicità negli articoli grazie alle donazioni degli utenti. Aiutaci a migliorarlo e a mantenerlo libero con una tua donazione.

€2,00

Iscriviti gratuitamente alla newsletter e tieniti sempre aggiornato

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...