ATTACCO D’AMORE

La personalità di Pippi è una continua scoperta per me, ci sono aspetti che sono stati chiari quasi da subito, altri che lo sono diventati col tempo, altri ancora da comprendere.
Ha un costante e, diciamolo, a volte snervante, bisogno di affetto che la porta al perenne contatto fisico con tutta la sua famiglia, ove, per famiglia, si intenda qualsivoglia persona con cui abbia instaurato un legame.
Chiaramente ci sono soggetti che ama più di altri, come del resto accade anche a noi umani; ebbene, i privilegiati, potranno raccontare delle effusioni decisamente “materiali” a cui li sottopone l’amore del lupo. L’incredibile affetto da cui sono giornalmente attaccata, è testimoniato dai lividi che ricoprono soprattutto le mie gambe, tali per cui se dovessi mai finire al pronto soccorso, gli infermieri probabilmente mi penserebbero vittima di violenza domestica, anziché puro e genuino amore di lupo.
Sono spesso oggetto di veri e propri attacchi di amore. Immaginate una normalissima serata sul divano, improvvisamente, Pippi si ricorda che sono la sua Momma preferita (nonché unica) e mi assale letteralmente, con baci appassionati alla francese che tolgono il fiato.
“Momma.. attacco d’amore Momma”
Ecco per chi ricorda l’attacco solare di Daitarn3, “ATTTACCO SOLAREEEE ..” qui, abbiamo “ATTACCO D’AMOREEEE ” .
Sicuramente, dallo sguardo, vorrebbe dire: “Momma? Ah dici che ti ho fatto male Momma? Scusami Momma, vieni ti do ancora qualche bacetto e passa tutto. Momma… non scappare Momma!”
Non c’è momento in cui non richieda attenzioni da parte dei suoi amati, e non è tipo da accettare rifiuti senza insistere fino allo stremo delle forze: le nostre chiaramente.
Ci sono frangenti, in cui l’abbondanza del suo affetto mette a repentaglio la sanità mentale, e non scherzo, quando dico che se ricordo dove si trovi il mio posteriore, allora so esattamente dove sia localizzata la mia Pippi.
Potrei possedere una casa di mille metri quadrati, lei sarebbe comunque lì, al mio fianco, o meglio, sopra il mio fianco.
Come dar torto a Katia Verza? Nel suo blog -Sulle Orme del Lupo- riporta infatti: “E’ un cane molto sensibile, perciò la decisione di prenderne uno deve essere molto ponderata. Sono cani incapaci di celare il genuino bisogno di affetto che è proprio di un animale intelligente, inoltre l’istinto di vivere in branco lo porterà a chiedere sempre quell’attenzione che lo farà sentire parte integrante della famiglia”.

di Myriam Tosi