MA SE NON L’HO NEMMENO PROVATO MOMMA!

Pippi e la fragola

Avete presente quando da piccoli ci si rifiuta di mangiare un qualche alimento dicendo “non mi piace” e il genitore di turno replica “come fai a saperlo se nemmeno lo hai provato?”
In questa casa accade esattamente il contrario.
Stai cercando, con una certa difficoltà, di pranzare o cenare, hai una lupa di trenta chili che ti gira attorno nella veste squalo famelico, o alternativamente, nelle sembianze del povero cucciolo affamato dotato degli occhi che comandano il mondo (Vedi post precedenti); ebbene cerchi di convincerla con “Pippi, guarda che tanto non ti piace”.
A questo punto credo diventi una questione di principio, non ci sono altre spiegazioni, o meglio, ci sono ma sono più inquietanti.
“Momma, in che senso non mi piace? Ma se non l’ho nemmeno assaggiato. Fammi provare Momma. Ah dici che lo zenzero, le taccole, la macedonia, le arance, lo jogurt di soia, i cornflakes, L’ hummus, la crema di carote e finocchio, l’orzotto timo e limone e tutte quelle cosette  vegetariane Non fanno per me? Io non credo Momma. Se lo mangi tu lo mangio anche io Momma. Visto? Mi piacciono un sacco. Grazie Momma . Ah dici che ho finito tutta la tua pappa.. scusami Momma mi piaceva davvero tanto.”
Provi a proporre degli alimenti che invece riterresti super apprezzati, tipo osso succulento che arriva direttamente dal macellaio e ti ritrovi così : “Momma, di cosa si tratta? Io quella cosa lì cruda senza un pochino di soffritto o di brodo non la mangio assolutamente, che schifo Momma, mi hai preso per un cane?”
No certo.. non sia mai ..

di Myriam Tosi