Tenta la fuga tra le strade di Busto Arsizio a bordo di un’auto rubata : pluripregiudicato 53enne in manette

Teatro dell’inseguimento è stata, ancora una volta, la zona di confine tra Busto Arsizio e Castellanza; ben conosciuta dagli Agenti delle Forze dell’Ordine come luogo di spaccio di sostanze stupefacenti.

Una pattuglia del Commissariato della Polizia di Stato, che alle 17,30 di ieri, 30 ottobre 2020, stava perlustrando quell’area ha incrociato una Fiat Punto che viaggiava in direzione opposta con a bordo il solo autista. L’uomo, con in testa un cappellino, dopo aver notato i poliziotti si è rapidamente voltato per non farsi vedere in volto, ma così facendo ha definitivamente insospettito gli Agenti. Dopo aver invertito la marcia della volante, gli è stato inutilmente intimato l’alt.

Il guidatore ha iniziato una fuga spericolata, imboccando curve ad elevatissima velocità e mettendo in pericolo la sicurezza degli altri utenti della strada. L’inseguimento è durato alcuni minuti, fino a quando i poliziotti hanno notato la Punto entrare in un parcheggio senza vie di uscita, se non attraverso un bosco, dietro al muro di cinta di una ditta.

Gli Agenti hanno deciso di appostarsi nascondendo l’auto di servizio e infatti, dopo qualche minuto, hanno notato l’uomo col cappellino sporgersi da dietro il muro di cinta e osservare la strada per verificare se la pattuglia fosse ancora sulle sue tracce. Gli Agenti, usciti dal loro nascondiglio, hanno bloccato l’uomo. Subito dopo è stata avvistata la Punto, con il motore e gli pneumatici ancora caldi, parcheggiata a pochi metri.

L’individuo ha fatto un ultimo estremo tentativo di negare la propria presenza alla guida dell’auto, che si presentava chiusa e senza chiavi di accensione, ma è stato definitivamente smentito dalle immagini registrate da alcune telecamere a circuito chiuso che lo mostravano mentre, issatosi sul muro di cinta della ditta, vi posava un oggetto. I poliziotti hanno infatti recuperato sullo stesso muro le chiavi della vettura, che è risultata rubata a Vergiate.

Il fermato, un pluripregiudicato italiano di 53 anni, è stato arrestato per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Ti è piaciuto l’articolo?

News24.varese.it è completamente gratuito e privo di pubblicità negli articoli grazie alle donazioni degli utenti. Aiutaci a migliorarlo e a mantenerlo libero con una tua donazione.

2.00 €

Iscriviti gratuitamente alla newsletter e tieniti sempre aggiornato

Test TAMPONE COVID-19: a Cinisello BALsamo in MODALITÀ drive-in

Eseguire i test-tampone in modo veloce, limitare l’attesa negli spazi comuni, creando inutili assembramenti e ridurre l’accesso di individui contagiati, all’interno della struttura ospedaliera; questi erano gli obiettivi. L’Ospedale Bassini di Cinisello Balsamo, che dopo tre giorni di prova e 70 tamponi eseguiti, ha dato ufficialmente il via al nuovo “metodo drive-in” per verificare la negatività al Covid-19. Questo servizio “consente di ottimizzare l’utilizzo delle risorse, sia in riferimento ai professionisti che effettuano il servizio, sia al consumo di dispositivi di protezione individuali” spiega il Direttore Socio Sanitario ASST Nord Milano, Barbara Mangiacavalli – “e di velocizzare l’esecuzione dei tamponi aumentandone il numero giornaliero”, che può raggiungere il numero massimo di 47 test a giornata. Il servizio entra quindi a pieno regime, con l’obbligo di sottoporsi al secondo tampone dopo la quarantena domiciliare, per i dipendenti ASST Nord Milano, ed inoltre, per i pazienti dimessi dal pronto soccorso o dai reparti, dopo un ricovero presso gli ospedali di Cinisello Balsamo, al fine di eseguire il test di controllo, poiché positivi al Covid-19.

La procedura?
Il Centro Servizi avviserà il paziente, così come, il medico competente informerà i dipendenti ASST Nord Milano, riguardo la data e l’ora in cui presentarsi presso il Bassini per effettuare il tampone. La persona che dovrà effettuare il test, non dovrà fare altro che presentarsi, con mail d’invito alla mano, presso l’ingresso del vecchio Pronto Soccorso, indossando guanti e mascherina, direttamente in auto, seguendo la segnaletica appositamente installata. Il personale sanitario eseguirà quindi il tampone, senza nemmeno far scendere il paziente dal veicolo. Si ricorda essere una procedura completamente indolore, e che ruberà, una decina di minuti al massimo.
L’esito del test, che arriverà dopo qualche ora, inviterà i pazienti con esito negativo, a ripresentarsi ventiquattr’ore dopo per un secondo tampone di controllo; coloro i quali avranno invece un esito positivo, dovranno attenersi ad un periodo di isolamento di 7 giorni, dopo i quali, se non vi è sintomatologia del virus, saranno invitati a ripresentarsi per il secondo test.

Link per la posizione dell’Ospedale Bassini: https://www.google.it/maps/place/Ospedale+Bassini/@45.5482922,9.2127915,15.5z/data=!4m5!3m4!1s0x4786b8b4686534a7:0x54519a424c57521f!8m2!3d45.5467174!4d9.2154347